Ordine provinciale dei farmacisti di
 
  Pavia  
     
 
  2014-12-05
Utilizzo della PEC nelle comunicazioni tra Ordini e iscritti

 
Utilizzo della PEC nelle comunicazioni tra Ordini e iscritti 

 
Il Ministero ha chiarito che la PEC sostituisce a tutti gli effetti la raccomandata cartacea con avviso di ricevimento, anche nelle comunicazioni relative ai procedimenti disciplinari.
 
 
Come a suo tempo già evidenziato, il D.L. 185/2008, convertito con la legge 2/2009, ha previsto l’utilizzo della posta elettronica per tutte le comunicazioni tra le pubbliche amministrazioni, i professionisti iscritti agli albi e le imprese costituite in forma societaria.

In considerazione dei sopravvenuti dubbi interpretativi circa la possibilità di inviare con modalità telematica anche quelle comunicazioni per le quali l’art. 79 del DPR 221/1950 richiede espressamente la raccomanda A/R (es. comunicazioni agli iscritti relative ai procedimenti disciplinari e convocazione degli iscritti ai fini della cancellazione per morosità), la Federazione ha ritenuto opportuno porre la questione alla Commissione Centrale degli esercenti le professioni sanitarie (CCEPS) presso il Ministero della Salute.
 
Il Dicastero, con nota del 23 settembre u.s., ha definitivamente chiarito che la PEC sostituisce a tutti gli effetti di legge la raccomandata cartacea con avviso di ricevimento. Pertanto gli Ordini potranno legittimamente effettuare con la PEC tutte le comunicazioni con gli iscritti, per le quali è prevista la raccomandata A/R e, specificamente, tutte le comunicazioni relative ai procedimenti disciplinari e le convocazioni ai fini della cancellazione per morosità.

 Nella medesima nota è stato, inoltre, ribadito chechiunque risulti iscritto in un Albo o elenco di professionisti è tenuto ad attivare una PEC, nonché a renderla nota all’Ordine di appartenenza che la utilizzerà per tutte le comunicazioni per le quali è prevista la raccomandata A/R
 

Pertanto, i professionisti, al momento dell’iscrizione, dovranno comunicare, dopo averlo attivato, il proprio indirizzo professionale di posta elettronica certificata.
L’indirizzo professionale di Posta Elettronica Certificata non può essere quello fornito gratuitamente dal Governo ai cittadini (ovvero gli indirizzi che terminano con .gov). 
 
L’Ordine di Pavia offre gratuitamente ai propri iscritti la possibilità di attivare una casella PEC utilizzando l’apposito modulo, presente nel nostro sito (http://www.fofi.it/ordinepv/)

Segnaliamo che la Commissione Centrale degli esercenti le professioni sanitarie presso il Ministero della Salute precisa che la violazione degli obblighi relativi alla PEC comporta una responsabilità disciplinare e che gli Ordini sono, quindi, tenuti ad avviare i relativi procedimenti nei confronti degli iscritti che non rispettino tali disposizioni normative.
 
 
 
 
 
     
   
     
         
       
   
     
         
 
21 febbraio 2019
news
24 gennaio 2019
documenti
01 aprile 2018
news
16 novembre 2017
documenti
06 novembre 2017
documenti
09 marzo 2017
documenti
08 marzo 2017
news
27 febbraio 2017
news
07 febbraio 2017
documenti
16 gennaio 2017
documenti
30 novembre 2016
news
15 novembre 2016
documenti
11 novembre 2016
news
17 maggio 2016
documenti
16 novembre 2015
documenti
16 novembre 2015
news
17 giugno 2015
news
18 maggio 2015
news
30 aprile 2015
news
28 aprile 2015
news
21 aprile 2015
documenti
17 aprile 2015
news
15 aprile 2015
news
08 aprile 2015
news
05 dicembre 2014
news
20 novembre 2014
news
05 novembre 2014
news
04 novembre 2014
documenti
28 ottobre 2014
news
28 ottobre 2014
documenti

 
       
     
 
  FEDERAZIONE ORDINI
FARMACISTI ITALIANI

 

Via Palestro, 75
00185 - Roma
tel. 06.4450361

email posta certificata:
posta@pec.fofi.it
Supporto tecnico
supporto_tecnico@fofi.it

Servizi Web
Edizioni Health Communication srl
Edizioni e servizi di interesse sanitario
P.I. 08842011002
Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)